Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookies. Usando il sito, acconsentite l'uso dei cookies. leggi di +.
 

Per l’anno 2016-2017 sono stati avviati, presso il nostro Istituto Isacco Newton   due corsi di informatica relativi al pacchetto Office ( Word, PowerPoint, Excel ) e alla navigazione nel Web.

Entrambi i corsi prevedono quaranta ore di formazione. Ideati e condotti dal docente formatore Gianfranco Scialpi (presta servizio nell’I.C. “Carlo Levi”, Figura Strumentale per le Tic e responsabile formativo), da ventidue anni impegnato in corsi di formazione e aggiornamento presso molti Istituti scolastici di Roma e provincia e a nome anche di Enti di formazione, che gli hanno permesso di presentare le sue proposte formative anche a Napoli, Lecce, Milano, Torino, Firenze… 

Il primo corso proposto ai docenti del nostro Istituto  è di avvio all’uso della Suite della Microsoft preceduto dalla gestione di icone, cartelle e file in Windows.

il secondo invece si pone l’obiettivo di completare la preparazione di base con una serie di procedure complesse che caratterizzano i software   del pacchetto Office.

La presentazione di ogni programma si conclude con un test finale, finalizzato a verificare le conoscenze e le abilità acquisite.

Le due proposte formative, pur diverse nei percorsi, sono accomunate dai seguenti obiettivi:
1) uso corretto del lessico informatico ( premere, digitare, cliccare…)
2) conoscenza multiprocedurale ( si può conseguire lo stesso risultato, attivando percorsi diversi )
3) conoscenza dei compiti attribuiti ad ogni software.

Con quest’ultimo obiettivo si intende evitare, ad esempio la “wordizzazione” di PowerPoint. In altri termini, la presentazione di diapositive ( slide ) caratterizzate da solo testo, spesso proposto con diversi paragrafi.

I suddetti obiettivi hanno come sfondo le competenze di base.
Esse afferiscono alla progettazione, all’ordinamento e alla organizzazione.
Queste favoriscono un uso non improvvisato di ogni software e il caos che caratterizza spesso le “cartelle di sistema”.